Ucraina sui risultati delle imprese metallurgiche nel luglio 2009
tagliare la produzione di acciaio da 27, 7% rispetto a luglio 2008 - fino
2 , 662 milioni di tonnellate e salvate in ottava posizione nella classifica dei 66 paesi - i principali
fabbricanti di questi prodotti , compilata dalla World Association
produttori di acciaio ( WSA , già l'International Iron and Steel Institute
- IISI ).

Va notato che la crescita della produzione di acciaio durante la crisi, dice
Soltanto due paesi - Cina e India, e la caduta massimo è stato osservato
negli Stati Uniti - 41, 6% rispetto al luglio 2008. La top ten
paesi produttori alla fine di luglio incluso la Cina (50, 676 milioni di tonnellate, con un incremento
12, 6%), Giappone (7, 660 milioni di tonnellate, in diminuzione del 24, 9%), Russia (5, 017 milioni
tonnellate, un calo di 18, 4%), Stati Uniti (4, 971 milioni di tonnellate, in calo del 41, 6%), India
(4, 730 milioni di tonnellate, con un incremento di 4, 3%), Corea del Sud (4, 031 milioni di tonnellate, in diminuzione
13, 3%), Germania (2, 694 milioni di tonnellate, un calo del 28, 8%), Ucraina (2, 662 milioni
tonnellate, una diminuzione del 27, 7%), Brasile (2, 496 milioni di tonnellate, un calo del 22, 8%)
e Turchia (2, 305 milioni di tonnellate, un calo di 8, 5%). Il declino
produzione di acciaio nel luglio di quest'anno rispetto al mese precedente fissa
in Giappone, mentre nella maggior parte dei primi dieci - un aumento della produzione.
Paesi maggiori produttori di acciaio (98% della produzione mondiale) nel mese di luglio
2009 fuso 103, 861 milioni di tonnellate di questa produzione, l'11, 1% in meno
che nel luglio 2008. Nel mese di gennaio-luglio 2009, 66 paesi hanno fatto
652, 898 milioni di tonnellate di acciaio, 19, 9% rispetto allo stesso periodo
2008. La top ten dei paesi produttori sono diventati i primi sette
mesi del 2009 è la seguente: Cina (317, 313 milioni di tonnellate,
crescita a 2, 9%), Giappone (44, 349 milioni di tonnellate, in calo del 38, 5%), India (32, 285 milioni
tonnellate, con un incremento di 1, 7%), Russia (31, 801 milioni di tonnellate, un calo del 28, 5%), USA (29, 239 milioni
tonnellate, un calo di 50, 8%), Corea del Sud (26, 913 milioni di tonnellate, in calo del 16, 6%)
Germania (16, 528 milioni di tonnellate, in calo del 41, 4%), Ucraina (16, 277 milioni
tonnellate, un calo del 37, 2%), Turchia (14, 073 milioni di tonnellate, un calo del 16%) e Brasile
(13, 061 milioni di tonnellate, in calo del 36, 9%). I primi dieci Paesi produttori
nel 2008 sono Cina (502 milioni di tonnellate, con un incremento del 2, 6%), Giappone
(118, 7 milioni di tonnellate, con un calo dell'1, 2%), USA (91, 5 milioni di tonnellate, in diminuzione
6, 8%), Russia (68, 5 milioni di tonnellate, un calo di 5, 4%), India (55, 1 milione
tonnellate, un aumento del 3, 7%), Corea del Sud (53, 5 milioni di tonnellate, in crescita del 3, 8%), Germania
(45, 8 milioni di tonnellate, in calo del 5, 6%), Ucraina (37, 1 milione di tonnellate, in diminuzione
13, 4%), Brasile (33, 7 milioni di tonnellate, scendendo a 0, 2%) e Italia (30, 5 milioni
tonnellate, un calo del 3, 4%). Il calo della produzione di acciaio nel 2008
rispetto al 2007 registrato nella maggior parte dei top ten,
ad eccezione di Cina, Corea del Sud e India. Paesi maggiori produttori di acciaio nel 2008
fuso 904, 1 milione di tonnellate di questa produzione, che è 1, 2% in meno rispetto al
2007.

Share This Post: