I ministri delle finanze dell'Unione europea la prossima settimana farà una decisione di rifiuto
sostegno della crisi da parte delle banche , industria e mercato del lavoro - la fiducia nell'UE
che l'economia è migliorata sufficientemente dalla crisi di continuare a sostituire
il suo " stampelle di bilancio. "

"Se continuate a queste misure sono troppo lunghi, possono interferire con i processi
regolazioni e tra i settori ... "- Disse il progetto di dichiarazione
Ministri UE, che sarà pubblicato dopo la riunione dei ministri in occasione della prossima
settimana. Ministri delle finanze dell'UE si riuniranno 16 marzo per discutere di finanziaria
Grecia i problemi e ridurre al minimo la risposta strategia crisi. Esperti e politici
dire che i governi del blocco per trovare un equilibrio - per mantenere
Sostegno per il periodo di tempo sufficiente a impedire la cessazione di
ripresa economica, ma di rimuoverli in tempo per tenere sotto
controllo il deficit di bilancio. Il progetto ministeriale di dichiarazione afferma che
misure di sostegno per i diversi settori dell'industria automobilistica, come
settore dovrebbe essere eliminato in primo luogo, come la ripresa economica
acquistando slancio. "Queste misure devono girare il più presto possibile, data la
relativamente elevati costi fiscale su di loro, e la probabilità che la conservazione
Queste azioni potrebbero danneggiare l'efficiente allocazione delle risorse e, quindi,
ostacolare la concorrenza e il funzionamento del mercato interno ", - dice
nel progetto. Misure per sostenere alcuni obiettivi a lungo termine, come "verde"
tecnologie, così come la ricerca e l'innovazione, sarà consentito, a condizione
che siano conformi con le regole degli aiuti di Stato dell'UE. Lavoro
Con le banche e la metà del 2010, il governo dovrebbe iniziare il sollevamento delle misure di sostegno
mercato del lavoro, introdotta per aiutare le aziende a evitare licenziamenti. "Questo
devono essere eliminate (aiuto) in un momento di recupero
essere sicuri "- dice il documento. "Secondo le ultime previsioni
Commissione in materia di crescita, si potrebbe iniziare a metà del 2010 al
UE nel suo insieme, tenendo conto del ritardo storico con cui la disoccupazione
risponde alla crescita dell'attività economica "- ritengono i ministri dell'UE. In
Febbraio, la Commissione europea prevede una crescita economica dell'UE nel 2010 a 0, 7
per cento dopo un calo del 4 1 per cento nel 2009. La disoccupazione è
destinato a crescere ulteriormente, raggiungendo il 9 gennaio, con il 9 per cento. Incentivi
le banche a concedere prestiti alle imprese che possono essere annullati su ultimo turno.
"Il rifiuto dei sistemi di facilitazione temporanea di finanziamento dovrebbe dipendere
la capacità delle istituzioni finanziarie per assicurare un adeguato credito
settore delle imprese. Dovrebbe continuare a seguire da vicino la
in modo da non interferire con il restauro di indebite difficoltà nel fornire
prestiti, "- ha dichiarato il progetto di dichiarazione.

Share This Post: