Quasi la metà dei " colletti bianchi " sono disposti a commettere un atto immorale
per il bene di lavoro durante la crisi. Questi sono i risultati del sondaggio -provocazione,
sito condotti per trovare lavoro e Headhunter personale .

Così, almeno disposti a immoralità per il bene della
44% dei lavoratori. Quasi uno su dieci personale (11%) sono unicamente
confermato la volontà di commettere un tale atto. Di coloro che
ammette di commettere un atto immorale, il 60% di loro aveva in mente o bugia
frode, quasi un quarto - "un rapporto informale" con il capo, e il 16% - è stato dato
altri avrebbero Cebe servizi, e il 5% non ha disdegnato di rubare. Insieme
così, il 45% degli intervistati per il sondaggio di ucraini ritengono che tali misure per
conservazione del lavoro - non è un'opzione, credendo che l'onestà - sopra ogni cosa.
Va notato che questo era coperta è stata condotta nel mese di aprile tra i russi
"Colletto bianco". Percentuale che hanno riferito la volontà di rendere non etico
atto, nel gruppo russo era più basso - pari al 49% rispetto al ucraino -
Il 55%. Tuttavia, secondo un sondaggio dal portale di reclutamento
Superjob, la maggioranza degli ucraini (71%) non hanno paura di perdere il posto di lavoro. Come regola generale,
più piccolo degli intervistati altri hanno paura di perdere il lavoro sotto l'età di 25 anni - di cui
senza paura del restante 25%. Gli intervistati di questo gruppo di età
più ottimisti sul futuro e credere in te stesso: "Io non ho paura di licenziamenti
dovuto al fatto che ho l'istruzione superiore, la conoscenza di due lingue, una serie di
corsi completati e una serie di qualità che sono necessarie per ogni lavoro. "Ma
Anche quelli intervistati che temono di perdere il posto di lavoro, più esperti
non "per l'opera stessa," hanno paura di andare senza reddito. "In ogni caso, senza
lavoro, non voglio rimanere. E 'un peccato che solo temporaneamente andare ad una più piccola
salari ".

Share This Post: